Wolisso Ultrasound

Il Progetto “Ecografia Wolisso” rientra nell’insieme degli interventi che il SISM (Segretariato Italiano Studenti in Medicina), in stretta collaborazione con i medici del St. Luke Hospital di Wolisso (Etiopia) e CUAMM-Medici con l’Africa, si impegna a strutturare e promuovere tramite il Wolisso Project, con l’obiettivo di sostenere concretamente una realtà socio-sanitaria in grave condizione di necessità da un lato, e dall’altro di sensibilizzare alla tematica della cooperazione internazionale e dello sviluppo dei paesi del terzo mondo i futuri operatori sanitari e la società.

Il progetto prevede:

  • la donazione di un ecografo portatile al St.Luke Hospital di Wolisso,
  • la formazione di personale medico e paramedico all’utilizzo corretto della metodica ecografica,
  • il coinvolgimento degli studenti di medicina e dei giovani medici del Wolisso Project in queste attività e nella valutazione del progetto stesso.

Il progetto nasce in quanto nella comunità sanitaria mondiale ci sono state svariate esperienze che confermano il ruolo fondamentale dell’ecografia nei paesi in via di sviluppo. L’ecografo risulta essere lo strumento diagnostico più appropriato per questi paesi sia per impatto clinico (indirizzo di diagnosi e terapia, riproducibilità, non-invasività) che per rapporto costo-efficacia.

In particolare, considerando le principali patologie causa di ricovero presso l’ospedale di Wolisso, l’ecografia:

  • In ambito ginecologico-ostetrico l’uso dell’ecografo è di importanza assoluta e non discutibile
  • In ambito traumatologico e in urgenza (vista l’aumentata incidenza di incidenti stradali) è necessaria per l’esclusione di versamenti e per la diagnosi di pneumotorace.
  • In ambito cardio-respiratorio è necessaria per la differenziazione dei quadri di polmonite, TBC, bronchiolite e asma.
  • È fondamentale per la diagnosi di patologia addominale (eco renale, delle vie biliari/fegato, addome acuto, grossi vasi, masse ecc..)
  • È sempre più affermato l’uso per procedure invasive (paracentesi, pericardiocentesi, toracentesi, accessi venosi, rimozione corpi estranei ecc.)

È stato quindi deciso di attivarsi per sostituire il datato e poco affidabile ecografo già presente nell’ospedale di Wolisso e attivare dei corsi di formazione nell’ambito della “ecografia d’urgenza” della durata di 6-12 mesi.

Gli obiettivi sono:

  1. Rendere disponibile e operativo presso il St. Luke Catholic Hospital di Wolisso l’ecografo portatile “Sonosite 180plus”.
  2. Rendere operativi e capaci il personale medico e paramedico (tecnico di radiologia) dell’ospedale all’utilizzo dell’ecografo.
  3. Rendere disponibile al pubblico un rapporto di valutazione del progetto.
  4. Promuovere la diffusione dei risultati raggiunti e sensibilizzare gli studenti di medicina e i medici alle problematiche della sanità nei PVS.

I risultati* ottenuti sono:

  1. L’ecografo è stato reso operativo presso il St. Luke Catholic Hospital il 24/12/2008.
    Nel periodo dal 15 Aprile al 31 novembre 2009 sono stati effettuati circa 3000 esami, così distribuiti negli ambiti:

eco wolisso

  1. I corsi di formazione si sono svolti grazie alla collaborazione del Dr. Roberto Copetti, Direttore della SOC “Medicina d’Urgenza-Pronto Soccorso” dell’ospedale di Tolmezzo, e del Dr. Paolo Agonistinis, dirigente medico presso la SOC di Medicina Interna dello stesso ospedale. L’apprendimento è avvenuto seguendo le linee guida italiane e americane dei corsi di ecografia d’urgenza, adattate alla realtà africana. La risposta del personale locale al progetto è stata positiva e due medici internisti e un ginecologo etiopi sono diventati autonomi nell’utilizzo dell’eco, dopo aver partecipato ai corsi di formazione appositamente organizzati.
  2. È stato compilato un registro cartaceo degli esami effettuati nell’ambulatorio ecografie, che verranno/sono stati ??rielaborati e analizzati. I risultati sono stati presentati alla direzione dell’Ospedale di Wolisso, a CUAMM medici con l’Africa, alla Presidenza del SISM e General Assembly della International Federation of Medical Students’ Associations (IFMSA).
  3. Il progetto “ecografia Wolisso” è stato presentato agli incontri nazionali del SISM (Chieti, Marzo 09 e Messina, Novembre 09) e in diverse sedi locali. È stato presentato a Marzo 2010 al March Meeting dell’IFMSA che si terrà a Bangkok, Thailandia.

* i risultati fanno riferimento ad una analisi preliminare condotta a 12 mesi dal progetto.

Descrizione progetto Wolisso Ultrasound

Risultati preliminari